venerdì 31 dicembre 2010

PULIRE I CARCIOFI

Può sembrare una sciocchezza , ma per me non è stato così ... quindi spero di aiutare qualche altro carciofaro alle prime armi. A casa mia non se ne sono mai visti di carciofi (se non i sott'olio), così vedendo dal fruttivendolo una cassettona ad un prezzo decisamente stracciato ho deciso di provare.
Il metodo che ho adottato è questo:
 Togliere le foglie esterne più dure e quelle sul gambo (fino a quando il carciofo assomiglierà a un tulipano), pelare il gambo, tagliare la "punta" al carciofo (poco più di metà), tagliarlo a metà per il senso della lunghezza, e togliere con un cucchiaino la "barbetta" interna. Ora dipende dalla lavorazione che volete fare, io di solito li taglio a fettine e il gambo a rondelle (anche per velocizzare la cottura). Appena li avete puliti metteli subido in una soluzione di acqua e limone perchè altrimenti si ossideranno (diventeranno molto scuri), per lo stesso motivo quando li lavorate mettetevi un paio di guanti se non volete trovarvi le mani di un bel colore brunito difficile da rimuovere.

Ora riporli in frigorifero, oppure se come me ne avete tanti anche in freezer. Farò un piccolo esperimento sott'olio e nel caso vada a buon fine vi aggiorno :)



Nessun commento:

Posta un commento