mercoledì 30 novembre 2011

TINTURA NATURALE DEI CAPELLI

Mi ricordo che una decina di anni fà ero fissata con le tinte (chimiche ovviamente) specialmente con il colore rosso. Ricordo che rimanevo sempre delusa dai vari effetti collaterali (capelli secchi, bruciore cuoio capelluto, bruciore agli occhi, giramenti di testa), ma cretinamente pensavo fosse solo questione di trovare una "buona tinta". Mia nonna mi ripeteva sempre che il mio colore naturale era molto più bello di quello che mi ostinavo a mettermi in testa, ma io ,capirete, non le davo mai retta. Poi ad un certo punto non ho più fatto tinte...E sempre perchè lo ritenevo innaturale,una perdita di tempo e soldi ho smesso di andare dalla parrucchiera.
Da qualche anno così mi taglio i capelli da sola (non sempre perfettamente) e mi "ravvivo" i capelli con le tinture naturali :Henè (lawsonia inermis) e  l'indigo. Queste polveri danno un colore naturale, da mille riflessi e non hanno controindicazioni. Anzi oltre a colorare (esiste anche la cassia italica che è un hennè neutro che non colora) irrobustisce, lucida e mantiene il capello più pulito. Per la lavorazione degli impasti evitare cucchiai e ciotole in metallo (un pò come per le argille), usate abiti e asciugamani vecchi che verranno inevitabilmente sporcati (e non sempre le macchie vengono via del tutto), infine se non vi piace l'odore dell'hennè che è particolare (io personalmente lo adoro) aggiungete 2 gocce di olio essenziale prima dell'impacco.
.. Sconsiglio di fare la tinta di notte perchè a me viene mal di testa e la mistura tende sempre un pò a sgocciolare... AH! Prima di mettere tutto sui capelli ungere (con crema o olio) sulla fronte, dietro il collo, e sulle orecchie per non colorare anche il resto!

- L'indigo (Indigofera Tinctoriad) detto anche hennè nero è scuro (un colore molto vicino al nero).
A me ha dato molte soddisfazioni, io parto da un colore castano scuro (bruno) e ottengo dei bei riflessi che mi fanno sentire una gitana :) Mi spiace non avere foto da mostrarvi perchè l'ho usato fino a 2-3 mesi fà.

Preparazione della tinta : Prendere 100gr di polvere di indigo che vanno bene per capelli medio-lunghi (50gr per capelli corti, anche 200 gr per capelli molto lunghi e folti), aggiungere 2 cucchiaini di sale fino (uno ogni 50 gr)  e mescolare con acqua o infusi (per esempio te nero) ... tenete l'impasto piuttosto liquido perchè altrimenti sarà difficile distribuirlo sui capelli. Aspettate una mezz'ora e vedrete che diventerà di un bel colore blu-viola (da verde scuro di partenza), ora potete aggiungere qualcosa per renderlo più gestibile (da spalmare con le mani sui capelli) come cacao o farina.  Applicare sui capelli (parendo dalle radici e procedendo per ciocche fino alle punte), raccogliere i capelli a cipolla e arrotolarsi la testolina con della pellicola da cucina. Più si tiene in posa migliore sarà il risultato, colcolate minimo 3  fino a un massimo di 7-8 ore. Procedete poi a sciacquare ben bene e godetevi il risultato ... Io sconsiglio di farlo di notte perchè a me viene mal di testa e la mistura tende sempre un pò a sgocciolare.

- L'hennè (Lawsonia Inermis) è una pianta (tra l'altro curativa) usata da milleni dalle donne africane e indiane per tingere i capelli e tatuare i corpo. Dà un colore rossiccio (più rosso se siete bionde, più mogano se siete more).


Preparazione della tinta: prendere 100gr di hennè (vale sempre il discorso di prima anche solo 50gr se avete i capelli corti o anche 200gr se li avete molto lunghi e folti), aggiungere acqua o infusi (io ho messo il karkadè per intensificare il rosso), e il succo di limone o aceto di mele (io ho messo 2 limoni) mantenendo sempre l'impasto piuttosto liquido. Io ho fatto riposare la ciotola ottenuta per una notte ( il minimo è 4-5 ore) per far sì che la polvere si ossidi diventando marrone-arancione, al contrario dell'indigo la lawsonia richiede più tempo. Correggete la mistura se la ritenete troppo liquida con farina o cacao.

Applicare sui capelli (parendo dalle radici e procedendo per ciocche fino alle punte), raccogliere i capelli a cipolla e arrotolarsi la testolina con della pellicola da cucina. Più si tiene in posa migliore sarà il risultato, colcolate minimo 3  fino a un massimo di 7-8 ore. Procedete poi a sciacquare ben bene e godetevi il risultato.
Io ieri ho fatto un impacco di 7 ore e questo è il risultato, un bel castano dai riflessi mogano, mi piace molto :)

Chi ha i capelli bianchi dovrà usare la lawsonia (perchè l'indigo tingerebbe la ricrescita di azzurro), se poi il rosso non piace procedere dopo qualche giorno con l'indigo per avere una bella chioma scura. Ovviamente ognuno potrà creare il suo mix personale e vi consiglio di visitare il sito/forum capelli di fata perchè è davvero completo

Io compro l'hennè o da aromazone o al negozio indiano vicino a casa mia (anche le erboristerie di solito lo hanno), controllate che la miscela non contenga schifezze chimiche come il picramato, altrimenti tanto vale usare la tinta chimica.

Malgrado il post chilometrico (chi arriva alla fine si meriterebbe un premio), avrò sicuramente dimenticato qualcosa... Se avete bisogno di chiarimenti o qualsiasi altra cosa io sono qui :)

Nessun commento:

Posta un commento