mercoledì 7 marzo 2012

PROBLEMA FORFORA RISOLTO

Io anni fà avevo molta forfora, e come più o meno tutti correvo a comprare shampoo ultra-aggressivi che la pubblicità spaccia per miracolosi. Si, magari sul momento la forfora la toglievano, ma lasciavano il cuoio capelluto  irritato e dolorante... che dopo qualche giorno si ribellava.
E' doveroso (per me) aprire anche un'altra parentesi ... Questa "patologia" come moltissime altre (per non dire tutte) è molto legata allo stress e all'alimentazione. Io ,fortunatamente, non ne soffro più a parte qualche raro episodio quando me ne si forma un pochino vicino alle tempie nei periodi particolarmente smaronanti.
La forfora non è la peste. Non è altro che pelle secca ... Aggredendo il cuoio capelluto non si fà altro che peggiorare la situazione.
Io ho elaborato un burro morbido da massaggiare sulla testa quando si presenta il problema, liberamente ispirato a "senza" di lush ... Azienda che fà prodotti davvero belli, cruelty free ( molti sono vegan)... Ma dai prezzi decisamente proibitivi.

Servono:

- 50 gr circa di burro di karitè
- 1 cucchiaino raso d'olio (per rendere il composto più morbido)
- oli essenziali : lavanda, menta, tea tree (o altri con proprietà antibatteriche e rigeneranti)

Metto a bagnomaria il burro di karitè (fuoco dolce, appena il burro si scioglie spegniamo così da non "rovinare" troppo il prodotto). Aggiungo un cucchiaino d'olio (Io quando lo ho fatto ho usato il jojoba ma penso che se lo avete quello di neem è l'ideale... Altrimenti anche girasole o riso). E infine gli olii essenziali (2 gocce di lavanda, 2 di tea tree e due di menta). Mescolo bene, chiudo in un barattolino e lo lascio ridiventare semi solito (ci vorranno delle ore).
Io mi trovo bene ad applicarlo qualche ora prima dello shampoo (anche la sera prima), massaggiando per qualche minuto su tutta la testa (mettetene poco poco perchè altrimenti "ingrasserà" troppo la pelle e sarà un casino toglierlo).
 Secondo me è un prodotto che và molto bene anche per chi soffre di dermatite seborroica.

Ho dimenticato di dire che è meglio che la pelle prima dell'applicazione sia umida, oppure miscelate sulle mani il burro con un pochino d'acqua, perchè a lungo andare applicare solo olio sulla pelle (senza la quota acquosa) secca la pelle.

16 commenti:

  1. Ottimo! lo preparo al volo appena ho il burro di karitè!
    secondo me potrebbe andare molto bene anche come idratante per il corpo...che dici?

    RispondiElimina
  2. Di controindicazioni non ce ne sono ! La profumazione è un pò "particolare" ^-^

    Ho dimenticato di dire (ora aggiungo al post) che è meglio che la pelle sia umida .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, perchè il burro puzza un po'...però con l'O.E. dovrebbe migliorare...spero... :0)

      Elimina
    2. no il burro no sà di nulla ... sono gli oli essenziali e soprattutto il neem che possono non piacere a tutti ...

      Elimina
    3. Come non sa di nulla??? io lo prendo da una ragazza che lo importa dall'africa...e usato così, non ha un odore molto gradevole...
      dove lo prendi tu? di che marca? che magari se è buono, ci faccio un pensierino!

      Elimina
    4. se lo compri da una ragazza che lo importa, sicuramente sarà più di qualità del mio ! io lo prendo bio dal sito francese aromazone

      Elimina
  3. Ciao Elisa...sono approdata sul tuo blog per caso e ora mi metto tra i seguaci :) proverò senz'altro questo rimedio....soffro di dermatite da anni (cuoio capelluto, mani,...) e ho scoperto il burro di karité da poco grazie a ideetascabili.it è ottimo....di solito come idratante mescolo 50% burro e 50% olio (oliva o argan o mandorle) ....è ottimo, l'unica cosa è che io non lo sciolgo scaldandolo....tanto quando comincio a mescolare si scioglie da solo ;))) grazie del rimedio e a presto

    RispondiElimina
  4. Segno segno...che quando mi stresso mi serve proprio :)

    RispondiElimina
  5. ottima questa ricetta.. vorrei farti delle domande ma non vorrei ossessionarti troppo, poi ti tocca usare il burro anti forfora :)
    ci provo eh!
    1) quanto si conserva?
    2) quanto è poco poco? una ditata?!
    grazie in anticipo! :)

    RispondiElimina
  6. Non ti preoccupare ^-^
    si conserva un'infinità di tempo (in teoria fino alla data di scadenza del burro)

    Anche meno, la sciogli tra le dita e cominci a massaggiare, se poi vedi che è poco fai presto ad aggiungerne.

    RispondiElimina
  7. ciao volevo dirti che non posso far parte dei tuoi sostenitori perchè non mi fa entrare se vuoi prova ad aggiungerti tu nel mio blog ne sarei contenta

    RispondiElimina
  8. Io non ho mai bloccato nessun sostenitore.. Ci mancherebbe altro!
    Non posso far parte dei tuoi sostenitori perchè non sono a favore di una cucina cruenta e sanguinaria, che massacra delle creature innocenti.

    RispondiElimina
  9. finisco su questo post per caso e taaaaataaaannnn mi si risolve il problema della famigghia! ti ho aggiunta ai blog da tenere d'occhio per arrubbare le idee :) nicole

    RispondiElimina
  10. mi metto anche io tra i tuoi sostenitori e metto ricette veg tra i miei prefriti, complimenti davvero nicole

    RispondiElimina
  11. Ciao Elisa! :)
    Grazie mille per questa guida! Ho preparato il composto, tutto ok, volevo però chiederti con che frequenza va applicato. Io è da un paio di settimane che ho cominciato ad usare uno shampoo con INCI decente (non antiforfora) al posto del Clear e ne faccio un paio a settimana. Consigli di applicarlo prima di ogni shampoo o ungerebbe troppo la cute? Grazie mille!

    RispondiElimina
  12. CIAO!
    Io nel tempo ho risolto completamente il problema e ad oggi non lo uso più.

    Quando lo utilizzato lo frizionavo sul cuoio capelluto (poco poco) e poi facevo lo shampoo come al solito... le lo lasci agire un pò è meglio.
    Credo indicativamente che una due volte a settimana vada bene,,, Poi vedi come reagisce la tua testolina :)

    RispondiElimina