mercoledì 6 dicembre 2017

PANE INTEGRALE MORBIDO

Buongiorno!


Oggi propongo una ricetta veramente utile . 
Ormai sono mesi che cerco di fare in casa un pane con farina integrale veramente buono. 
Lievito secco, lievito fresco, vari tipi di frina, lievitazioni medio o lunghe. Il risultato era sempre scarso. Alla fine, presa dallo sconforto, ho cercato in tutti i forni della mia zona se ci fosse un pane (il più possibile integrale) di buona qualità. Inutile dirlo tentativo fallito. Miseramente fallito.
Noi a casa lo utilizziamo per la prima colazione o per farci i panini e la ricetta che ho trovato si rivela perfetta per entrambe le situazioni. Davvero un bel pane morbido dentro e fragrante fuori, dal sapore intenso della buona farina utilizzata e il profumo dell'olio.

Ovviamente non è mia e ve la segnalo calorosamente!

Di seguito spiego come ho fatto io, cambiando pochissimi accorgimenti.

Ingredienti :
- 400gr di farina integrale (io ho utilizzato 300 farina integrale grano tenero e 100 farina integrale grano duro ovvero semola)
- 10 gr di lievito di birra fresco
- 1 cucchiaio di malto di riso
- 250/300 ml di acqua tiepida o latte vegetale o anche metà e metà
- 40 gr di olio evo

Sciolgo il lievito in un pochino di acqua/latte tiepida aggiungendo il malto e un pò di farina creando una crema. Lascio riposare 5- 10 minuti e intanto metto nella macchina del pane (lascio a lei l'ingrato compito dell'impasto; ma potete tranquillamente procedere manualmente) il resto degli ingredienti, aggiungendo ovviamente anche il "lievitino" creato in precedenza .
Con l'acqua/latte andate per gradi, non tutte le farine assorbono nello stesso modo. Dobbiamo comunque ottenere un bell'impasto morbido, elastico, ben idratato ma non particolarmente appiccicoso.

Lascio lievitare almeno due ore in un luogo tiepido (perfetto in inverno il forno chiuso con la lampadina accesa) l'impasto in una terrina capiente (tenete conto raddoppierà) coperta con pellicola da cucina.

Riprendo in mano l'impasto abbozzo delle pieghe decidendo la forma che dovrà assumere il futuro pane. Mi spiego : se voglio fare un pane in cassetta lo piego in modo che alla fine la pagnotta avrà l'ingombro dello stampo, se voglio fare delle pagnottine divido l'impasto e do a ogni pagnottina un giro di pieghe. Spennello con un pò di acqua tiepida.

Lascio lievitare ancora una o due ore l'impasto sempre coperto con pellicola (o un canovaccio umido) che non dovà toccare le forme create, ma stare "sospeso"per lasciare lievitare ancora e al tempo stesso far rimanere ben idratato il tutto.

Ora accendo il forno a 180-190 °C in modalità ventilata e inforno il pane solo quando il forno sarà a temperatura per 25-30 minuti (il tempo dipende dal forno e dalla grandezza dei pezzi creati).
Io metto di solito una ciotola nel forno con un pò d'acqua nel ripiano più basso, in modo che la crosta venga più croccante e dorata mantenendo l'interno morbido; ma è opzionalissimo il risultato è ottimo cmq (provato!).

Spero di essermi spiegata bene, perchè davvero la ricetta merita!



Nessun commento:

Posta un commento