mercoledì 28 febbraio 2018

CANNOLI VEG-SICILIANI

Ciao a tutti !


Oggi finalmente mi decido a condividere una ricetta che ho fatto almeno una decina di volte, semplice e davvero gustosa : si tratta di rivisitare il cannolo siciliano.
Il problema più grosso è sostituire eticamente la ricotta. L'alternativa che propongo è una cagliata (ricotta) a partire dal latte di soia. Sò benissimo che questo legume è molto discusso (rischio ogm, intolleranze, ecc.. ) ma è l'unica materia che mi permetta di ottenere un buon risultato, e dal canto mio, è sempre meglio che sacrificare mucche e vitelli. Se avete altre opzioni sono tutta orec

chie!
Io ottengo la mia ricottina così, l'importante è usare un latte di soia (senza zuccheri o ingredienti strani) che contenga almeno il 3% di grassi. In alternativa nei negozi bio si trova il silky tofu o potete frullare il tofu classico a panetti riducendolo una crema, vi avverto che il risultato non sarà uguale ma è comunque una buona alternativa per ridurre i tempi e sbattersi un pò meno ^_^

Ci occorrono:

Per la pasta:
(5/6 cannoli)

- 150 gr di farina integrale di grano tenero
- 30/40 di zucchero di canna
- 1 cucchiaio d'olio di semi a scelta
- 50 ml di marsala / porto o altro vino liquoroso
- 1 cucchiaino di cannella
- mezzo cucchiaino (o anche meno) di cacao

Per il ripieno

- ricotta di soia
- sciroppo d'agave o malto
- cioccolato fondente a pezzettini ( o le classiche gocce)
- scorze di limone e arance bio non trattate


Decorativo/ opzionale
- granella di pistacchio o mandorla

Unisco in una terrina tutti gli ingredienti per fare i cannoli, impasto bene sino a ottenere un un composto elastico e omogeneo. Se dovesse servire aggiungo un pò di marsala (o altro liquore a scelta). Lascio riposare una mezz'oretta l'impasto coperto.
Stendo la pasta formando dei cerchi allungati,e faccio aderire le sfoglie agli appositi attrezzi per fare i cannoli unti precedentemente di olio per rendere possibile il distacco una volta che saranno cotti.
Se non li possiedo niente paura, posso crearli facendo dei cilindri con l'alluminio in fogli o con delle vecchie vaschette anch'esse in alluminio. Dal web si trovano parecchie idee.
Sigillo bene dove la pasta combaciano i lembi e metto in forno per 10/15 minuti a 180°c con la modalità ventilata. Attenzione a non bruciarli! l'impasto sarà un pò scuro già in partenza (farina integrale, zucchero di canna, cacao... ) non fatevi ingannare!
Nel frattempo che si staranno raffreddando le cialde, prepariamo la ricotta dolce. Uniamo semplicemente alcuni cucchiai di malto (o sciroppo) alla ricotta "base", il cioccolato a pezzetti e le buccette di arancia o limone (senza la parte bianca che è amara) anch'esse ridotte a pezzettini. Vado per gradi e a occhio con il dolcifcante. Assaggiate, fino a quando non sarete soddisfatti dalla farcia (magari senza finirla perchè è deliziosa!).
Stacco i cannoli dai cilindri, riempo con la ricotta dolce e tampono le estremtà con dei pistacchi tritati.
Se riposano un pò in frigo saranno più saporiti ma meno fragranti, a voi la scelta.

Nessun commento:

Posta un commento